Organi Sociali

Presidente

Alessandro De Nicola

Direttore Generale

Roberta De Matteo

Vice Presidenti

Emanuela Banfi

Pierluigi De Biasi

Enrico Guggiari

Gianbattista Rosa

Segretario

Paolo Esposito

Vice Segretari

Mina Giorgio

Francesco Stancampiano

Marianna Vintiadis

Tesoriere

Stefano Carugati

Relazioni Pubbliche

Marco Carrara

Relazioni Accademiche

Roberto Borghini

Relazioni Internazionali

Marianna Vintiadis

Responsabile Area di Roma

Alessandro Losito

Segretario Comitato Scientifico

Giovanni Lombardi

Segretario Organizzativo

Lorenza Gerosa

Dario Antiseri

Ugo Arrigo

Lorenzo Bini Smaghi

Salvatore Carrubba

Alex Chafuen

Carlo Cottarelli

Veronica de Romanis

Franco Debenedetti

Elsa Fornero

Giampaolo Galli

Francesco Giavazzi

Luigi Guiso

Lorenzo Infantino

Carlo Lottieri

Antonio Martino

Stefano Micossi

Giuliano Mussati

Enrico Musso

Maria Pia Paganelli

Alessandro Penati

Alberto Pera

Antonio Pilati

Salvatore Rebecchini

Luca Ricolfi

Nicola Rossi

Carlo Scarpa

Carlo Secchi

Guido Tabellini

Luigi Zingales

Roberto Calugi

Oscar Podda

Fabio Uberti

The Adam Smith Society è una libera associazione cui aderiscono professionisti, accademici, economisti, giuristi ed operatori economici interessati allo studio ed alla diffusione dei princìpi dell’economia di mercato, della concorrenza e della libera iniziativa. È un’associazione culturale senza scopo di lucro ed apartitica, finanziata interamente dalle quote associative versate dai soci e da sponsorship legate alle varie iniziative che organizza.

L’obiettivo della Society è quello di diventare un punto di riferimento per chi in Italia condivide le nostre stesse idee, utilizzando al meglio anche i nostri contatti internazionali. La nostra principale area di interesse è quella della regolamentazione pubblica dell’attività economica in tutti i suoi vari aspetti, dalle politiche antitrust alla regolamentazione dei mercati finanziari.

Un tema collegato che ci interessa particolarmente è quello della privatizzazione e deregulation di attività economiche ora in mano pubblica (dalle public utility alle municipalizzate alle carceri). Ovviamente tra i nostri interessi non manca la riflessione e la discussione sui temi classici del liberismo e del liberalismo. Le modalità con cui perseguiamo questi nostri obiettivi sono molteplici: l’organizzazione di seminari, convegni e conferenze è una delle principali, a questa si aggiunge la preparazione di studi, ricerche e interventi pubblici.

Torna su