Il periodo dovrebbe essere quello del riposo soprattutto mentale, ma il susseguirsi dei problemi e delle crisi, anche le più inaspettate, senza soluzione di continuità, non ci permette di trovare facilmente la serenità di cui avremmo bisogno. Questa estate dovrebbe quindi aiutarci a scoprire in noi stessi la forza di spirito per affrontare le sfide future.

Non ho dubbi, leggere potrà essere l’argano per recuperare le nostre forze. Marcel Proust scriveva: La lettura è la soglia della vita spirituale, può introdurci in essa ma non costituirla […]. Quando la lettura è per noi l’iniziatrice le cui magiche chiavi ci aprono al fondo di noi stessi quelle porte che noi non avremmo mai saputo aprire, allora la sua funzione nella nostra vita è salutare. […]. La forza della nostra sensibilità e intelligenza possiamo coltivarla solo dentro di noi, nella profondità della nostra vita spirituale. Ma proprio quel contratto con le altre coscienze, che è appunto la lettura, permette l’educazione dei «modi» dello spirito1.

E per la necessità di trovare la propria personalissima chiave, mi asterrò dal segnalarvi – a differenza di quanto faccio per le vacanze natalizie – i miei suggerimenti.

Condividi articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su